I sapori della Sardegna

0

Quando si parla dei Sapori della Sardegna si varca un territorio ricco di risorse e di sorprese, che ci invogliano a scoprire questa magnifica terra.

Ci sono vari modi di accostarsi a una terra, alla sua cultura e alle sue peculiarità. Quello più godereccio e apprezzato dagli italiani è senza dubbio l’analisi dei piatti tipici.  I sapori della Sardegna sono espressione della storia – ricca di contaminazioni con popoli europei e asiatici – e delle caratteristiche fisiche di questa splendida isola.

Il pane, componente fondamentale della cucina italiana, è già di per sè qualcosa di unico: troviamo il pane carasau (sottilissimo e croccante, prediletto dai pastori vista la sua durata), il moddizzosu, il civraxiu, il coccoi…

Pane carasau

Pane carasau

Menzione iniziale e particolare va fatta ai piatti di pesce: i crostacei pregiati sono il fiore all’occhiello della cucina sarda: aragoste, astici,e gamberi sono  un vero e proprio must per la grigliata sarda.

La bottarga (uova di muggine o di tonno essiccate) rappresenta poi un must in varie zone, imperdibili le linguine con la bottarga e vongole o con i ricci di mare.

spaghetti bottarga

Spaghetti con la bottarga

Da provare anche la Fregula cun cocciula (fregula con le vongole, la  fregola è una pasta di semola che si presenta sotto forma di palline irregolari molto piccole), Còcciula e cozzas a schiscionera (vongole e cozze cucinate in tegame),

Gli amanti della carne che visitano Cagliari e dintorni potranno leccarsi i baffi dopo aver assaggiato il maialino da latte (più noto come “porceddu”): si tratta probabilmente del più classico dei sapori della Sardegna: viene cotto lentamente allo spiedo dopo aver raggiunto i quattro chili di peso e aromatizzato con i rametti di rosmarino.

Se è vero che la cucina sarda risente moltissimo della spiccata identità pastorale di questa terra, non possiamo ignorare l’importanza del pecorino sardo, prodotto di origine protetta, esportato in tutto il mondo e caratterizzato da un sapore particolarmente acidulo e salato.

Formaggio pecorino

Forme di formaggio pecorino sardo

Con la carne di capra e agnello si realizzano piatti molto apprezzati dagli amanti della carne ovina: “su ghisadu” è il nome del classico brasato di pecora, la “cordedda” è una catena composta con gli intestini di agnello e capretto, che vengono intrecciati in base a un’antica tradizione e cucinati in padella con i piselli.

Tra i primi piatti troviamo  i “Malloreddus”, i tipici gnocchetti sardi fatti con la semola di grano duro: la loro forma panciuta e rigata permette di raccogliere ai gnocchetti di raccogliere il condimento con cui vengono presentati. Questo tipo di gnocchetti sono molto diffusi anche sul “continente”, nei vari supermercati, anche se quelli freschi, preparati secondo tradizione… un altro sapore!

gnocchetti sardi

Gnocchetti sardi

Come dolci tipici c’è l’imbarazzo della scelta…

Le seadas o sebadas, dei “ravioli” di pasta di semola con un nutriente ripieno di formaggio pecorino,  probabilmente uno dei dolci più conosciuti anche al di fuori della Sardegna.  Le seadas sono legate alla civiltà pastorale dell’isola e originariamente venivano considerate come un secondo piatto. Ora vengono cosparse  di miele (possibilmente di corbezzolo) e zucchero.

seadas, dolce tipico della Sardegna

Seadas, dolce tipico con un ripieno di formaggio, ricoperto di miele e zucchero

Oltre le seadas troviamo le aranzada (bucce d’arancia candite con mandorle e miele), le fabassinas (dolci a base di uva passa), i pirichittus (palline croccanti fatti di farina, uova e strutto, glassati con scirioppo di zucchero e buccia di limone grattuggiata), le zippulas (frittelle dorate, tipiche del Carnevale).. e molti altri!

Un pasto non si può concludere senza un buon bicchiere di mirto, da consumare ghiacciato.

Abbiamo parlato del cibo… ma il bere? I vitigni della Sardegna costituiscono sicuramente un patrimonio da valorizzare e proteggere che, negli ultimi decenni, è stato senz’altro riscoperto e valorizzato da numerosi produttori. Vini come il Canonau, la Vernaccia, il Vermentino, il Moscato, la Malvasia fanno da immancabile accompagnamento ai piatti di carne e di pesce.

Sapori di Sardegna vuol dire un mondo tutto da scoprire: la buona tavola è solamente uno degli aspetti che rendono unica questa terra.

Share.

About Author