Il Chianti in un tour enogastronomico lungo un week-end

0

Nell’immaginario collettivo sul Bel Paese c’è sicuramente un bel giro tra le dolci colline toscane del Chianti, a bordo di una vecchia Cinquecento, o qualsiasi altro mezzo, meglio se cabriolet. Allora allacciati la cintura di sicurezza e seguimi in questo tour enogastronomico a base di  antichi borghi, sole, vino e “ciccia bona”.

Prima tappa: Castello di Verrazzano

Da Firenze imbocchiamo la Via Chiantigiana e la prima tappa è sicuramente lo storico Castello di Verrazzano, 3 km a sud di Greve.

Il castello domina una tenuta di 220 ettari dove vengono prodotti grappa, miele, olio d’oliva, aceto balsamico, Vin Santo e naturalmente l’immancabile protagonista del territorio, il Chianti Classico. Sono previste visite guidate con varie formule di degustazione tra cui scegliere.

Greve, capitale del Chianti fiorentino

Prosegui poi alla volta di Greve, dove merita una visita il Museo del Vino che ti racconterà la storia dell’industria vinicola nella zona.

Dopo tanta teoria non potrai esimerti da una prova pratica, e quale posto migliore per farla de Le Cantine di Greve in Chianti? Si tratta di una grande enoteca commerciale che tratta più di 1200 etichette. Qui potrai fare tutti gli assaggi che desideri attraverso una carta prepagata (da €10 a €25).

Dal macellaio più famoso d’Italia

Il giorno seguente, percorrendo le sinuose curve, assapora con gli occhi i celebri paesaggi in cui i vigneti del Chianti Classico si estendono a perdita d’occhio, fino ad arrivare a Panzano in Chianti, un altro borgo storico.

L’attrazione principale di Panzano è la sua macelleria. Non prendetemi per pazza, non è una macelleria qualunque, è quella del Cecchini. Molto più di semplice macellaio, Dario Cecchini è il poeta della bistecca, attrazione di per sé da aggiungere alla sua “ciccia” di primissima qualità, che potrai gustare in uno dei tre ristoranti del Cecchini, adiacenti alla macelleria.

Un borgo medioevale non è mai stato così gustoso

Dopo una breve pennichella sul prato sarai pronto per ripartire alla volta del borgo medioevale di Volpaia, frazione di Radda in chianti, dove la tenuta Castello di Volpaia produce vini, olio d’oliva e aceto ormai da secoli. Visita il castello e le antiche cantine o partecipa ad una lezione di cucina, tutta toscana.

Aperitivo al tramonto sui vigneti

L’ultima tappa di questo tour enogastronomico è Passignano, dove merita una visita l’azienda vinicola Badia a Passignano. Una volta in zona, non perderti lo spettacolo del tramonto sui vigneti che puoi godere sorseggiando un cocktail o dell’ottimo vino dalla graziosa Cantinetta di Passignano. Concludi il week-end nel Chianti  in bellezza con una cena nella celebre osteria di Passignano.

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoQR-code-logoGeoJSON-LogoGeoRSS-LogoWikitude-Logo
Chianti

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Chianti 43.576909, 11.322098 Itinerario sulla SS 222 Chiantigiana

 

 

 

 

 

Share.

About Author

Veronica Casini

Viaggiatrice per indole, sorridente dalla nascita, a caccia di avventura per necessità. Laureata in Media e Giornalismo, la mia missione è scoprire e condividere.